Nuove Normative autovelox

AUTOVELOX e il loro utilizzo

“Stop” agli autovelox selvaggi: in arrivo il decreto che disciplina i temuti dispositivi

Approvata all’unanimità la risoluzione presentata in Commissione Trasporti: entro il 31 maggio è in arrivo il decreto attuativo che dovrebbe regolamentare definitivamente l’utilizzo degli autovelox. L’obiettivo è la tutela dei cittadini, troppo spesso ‘presi di mira’ dagli enti locali che installano i temuti dispositivi nelle strade cittadine ed extraurbane per fare cassa. 

Sempre più autovelox, sempre più multe. E a farne le spese sono soprattutto i cittadini, che spesso per una ‘manciata’ di km/h oltre il limite prestabilito si vedono costretti a pagare multe anche molto salate. Si assiste sovente infatti all’utilizzo distorto e vessatorio dei dispositivi di rilevazione a distanza. A tale scopo, è stata presentata al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli e alla Commissione Trasporti della Camera, una risoluzione indirizzata a sollecitare l’adozione di un nuovo decreto in materia. 

Il Ministro Toninelli, che già qualche mese addietro aveva convenuto sulla necessità di trovare soluzioni per evitare “vessazioni ai danni dei cittadini”, è sulla stessa linea di pensiero: vi è la necessità di porre rimedio alla regolamentazione dei dispositivi elettronici, sia per quanto riguarda la loro collocazione che per il loro utilizzo. 

Altro aspetto toccato dalla risoluzione presentata dall’On. Baldelli (FI), riguarda la distribuzione dei proventi derivanti dall’accertamento delle violazioni dei limiti massimi di velocità. Nella risoluzione, si legge, che i proventi delle sanzioni derivanti dall’accertamento delle violazioni dei limiti massimi di velocità, attraverso l’impiego di apparecchi o di sistemi di rilevamento della velocità ovvero attraverso l’utilizzazione di dispositivi o di mezzi tecnici di controllo a distanza, andrebbero divisi al 50% tra l’ente proprietario della strada e l’ente accertatore. Tali somme sarebbero poi impiegate per la manutenzione e la messa in sicurezza stradale, comprese segnaletica e barriere, e per potenziare controllo e accertamento delle violazioni, comprese le spese del personale. Agli enti locali si chiede di trasmettere annualmente una relazione telematica ai ministeri delle Infrastrutture e dei trasporti e dell’Interno, indicando l’ammontare dei proventi e gli interventi realizzati. In assenza della relazione, o con uso difforme delle risorse, gli importi spettanti sono ridotti del 30%. 

Ma qualche giorno fa la situazione di stallo si è sbloccata. In merito a ciò proprio l’On. Baldelli (FI) ha fatto sapere tramite il suo account Twitter che ‘’presto vedrà la luce il decreto attuativo, atteso da anni, che finalmente regolerà l’utilizzo corretto degli autovelox e la disciplina di trasparenza dei proventi delle multe per gli enti locali. Consideriamo questo voto unanime, espresso col parere favorevole del governo (…)’’. Ora si attendono solo gli ultimi dettagli e ritocchi. Poi il decreto verrà presentato alla Conferenza Stato-Città, con scadenza al 31 maggio.

SCARICA QUI LA NOSTRA APP!