polizze online | Assicurazioni Online | RisarcimentoFacile.it

Polizze online: è un mercato in espansione

Le assicurazioni on line sono la strada del futuro e la richiesta sempre maggiore da parte di molti italiani ne è un indice tangibile. Scopriamo quali sono i vantaggi e le potenziali truffe che la rete può riservare.  

L’appeal delle assicurazioni è in crescita costante. Ci vengono incontro alcuni numeri, che vedono una sempre maggiore richiesta di sottoscrivere contratti assicurativi attraverso la rete. Secondo una ricerca recente del Deloitte European Motor Insurance Study, che ha intervistato circa 15 mila clienti in tutta Europa, entro il 2020 le assicurazioni auto emesse e sottoscritte via web potrebbero essere addirittura il 17% (circa 1 su 5 quindi). Va da sé, che il valore potenziale di mercato è enorme: addirittura superiore a 15 miliardi di euro. Se si restringe la lente d’ingrandimento al solo ‘bel Paese’, i numeri incrementano: si arriva al 27% di assicurazioni emesse in rete (quasi 1 su 3), per un valore potenziale di mercato di circa 3,5 miliardi di euro.

Quanti sono gli italiani che si rivolgono alla rete?

Negli ultimi anni, si è registrata una crescita tangibile nelle richieste di sottoscrizioni ed emissioni di assicurazioni auto via web, da parte di numerosi italiani. Ci si rivolge alla rete principalmente per risparmiare sulla propria assicurazione RC auto, grazie a siti web sempre aggiornati che consentono di monitorare e confrontare costantemente i prezzi delle diverse assicurazioni, al fine di trovare quella più completa e conveniente. Il fenomeno, incentivato in modo capillare dalle numerose pubblicità televisive, fa sì che circa 3 italiani su 10 si rivolgano abitualmente ai siti Internet delle varie compagnie per acquistare 1 o più polizze. Se si prende a riferimento il modello inglese, dove circa 1 individuo su 2 stipula l’RC auto online, si evince che l’Italia è ancora un passo indietro. Tuttavia, la percentuale di italiani che acquistano polizze online, è destinata ad aumentare in maniera incoraggiante. 

I vantaggi

Le ragioni principali della diffusione e dell’acquisto delle polizze online va ricercata nelle strutture societarie delle compagnie assicurative. Se può sembrare che le compagnie tradizionali assomiglino a quelle online, perché entrambe hanno periti che svolgono le perizie sul territorio in caso di sinistro ed una rete di carrozzerie e centri assistenza convenzionati, è opportuno considerare che quelle online non hanno a libro paga intermediari e sedi fisiche: questo consente loro di abbattere notevolmente i costi ed offrire polizze auto a prezzi più competitivi a parità di condizioni assicurative. I fattori principali che spingono gli individui ad acquistare tramite web è la semplicità della procedura, che può essere completata e confermata in pochi minuti, unita alla possibilità di personalizzazione della propria polizza, integrando i vari pacchetti ed offerte. 

Attenzione però ai siti fantasma

Come qualsiasi acquisto tramite web, anche le assicurazioni sono soggette a truffe e frodi. In particolare l’Ivass (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni) attraverso un comunicato ufficiale dell’8 aprile, ha raccomandato chiunque fosse intenzionato ad acquistare polizze assicurative online a prezzi vantaggiosi, di cautelarsi in fase di valutazione. Il rischio di incorrere in frodi assicurative infatti si è rivelato essere alto. 

Come avviene la truffa?

La truffa ai danni delle vittime avviene sempre allo stesso modo: vengono attivati dei siti, spesso in breve tempo, che promettono offerte irrinunciabili a tariffe super convenienti. Le vittime, incuriosite dal prezzo molto basso, e tranquillizzate dal nome inventato della compagnia (che però molto spesso ricorda quello di una compagnia assicurativa reale), pagano la polizza. La truffa in quel momento è compiuta: la finta compagnia assicurativa procede ad inviare un finto certificato assicurativo. In questo modo, oltre ad essere stati truffati, spendendo soldi per un’assicurazione falsa, le vittime rischiano di incorrere in una maxi multa per la circolazione in strada sprovvista di assicurazione auto. Oltre al danno la beffa, quindi. Il modus operandi criminale di queste finte assicurazioni è sempre lo stesso: anche se l’Ivass riesce spesso ad intercettare e chiudere potenziali siti truffa, spesso queste organizzazioni ne aprono subito di nuovi con nomi diversi, per colpire altre potenziali vittime. Ed essere risarciti, diventa molto difficile. 

Ecco come tutelarsi

Per la tutela del consumatore, l’Ivass suggerisce di riporre estrema attenzione ai siti su cui si naviga, controllando che sia i preventivi ed i contratti si riferiscano ad intermediari autorizzati regolarmente. Consultando il sito www.ivass.it possono essere facilmente verificate le imprese che sono autorizzate ad operare in Italia e all’estero; oltre a ciò, si possono consultare i Registri degli Intermediari Assicurativi (RUI), l’Elenco degli Intermediari dell’Unione Europea e l’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate e Siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione. Un altro campanello d’allarme è la richiesta, eseguita dai siti truffa, di effettuare il pagamento su carte prepagate o ricaricabili: questo tipo di pagamento è infatti irregolare, come irregolare è il pagamento a favore di persone o società non iscritte agli elenchi sopraelencati.  Prima di pagare il premio assicurativo è quindi opportuno controllare e verificare a fondo la compagnia a cui ci si rivolge, per evitare guai e sanzioni molto pesanti.